Commissione UE interviene sulla movimentazione dei rifiuti a livello UE

La Commissione europea ha pubblicato lo scorso 30 marzo sul proprio sito dedicato – area rifiuti – il documento “Shipments of waste in the EU in the context of the Coronavirus crisis”, finalizzato a garantire un approccio comune in relazione alla movimentazione dei rifiuti in UE, nel rispetto della salute pubblica e dell’ambiente nelle eccezionali circostanze create dall’epidemia COVID19.

La Commissione europea ha pubblicato lo scorso 30 marzo sul proprio sito dedicato – area rifiuti – il documento “Shipments of waste in the EU in the context of the Coronavirus crisis”, finalizzato a garantire un approccio comune in relazione alla movimentazione dei rifiuti in UE, nel rispetto della salute pubblica e dell’ambiente nelle eccezionali circostanze create dall’epidemia COVID19.

La Commissione era già intervenuta sul tema del trasporto transfrontaliero lo scorso 16 marzo con una specifica Linea guida per la gestione delle frontiere al fine di proteggere la salute e garantire la disponibilità di beni e servizi essenziali alla luce del COVID-19 [C(2020)1753], che focalizzava però soprattutto sulla libera circolazione delle persone e delle merci per garantire la fornitura di beni e servizi essenziali alla popolazione. In attuazione delle Linee guida, il 23 marzo 2020 la Commissione aveva adottato una comunicazione sull’attuazione di “corsie verdi”: agli Stati membri era stato richiesto di definire “corsie preferenziali” per i trasporti di merci essenziali.

Per maggiori informazioni si rimanda alla Circolare n. 067/2020/PE del 02.04.2020 pubblicata sul sito UNICIRCULAR.

La Commissione europea ha pubblicato lo scorso 30 marzo sul proprio sito dedicato – area rifiuti – il documento “Shipments of waste in the EU in the context of the Coronavirus crisis”, finalizzato a garantire un approccio comune in relazione alla movimentazione dei rifiuti in UE, nel rispetto della salute pubblica e dell’ambiente nelle eccezionali circostanze create dall’epidemia COVID19.
La Commissione europea ha pubblicato lo scorso 30 marzo sul proprio sito dedicato – area rifiuti – il documento “Shipments of waste in the EU in the context of the Coronavirus crisis”, finalizzato a garantire un approccio comune in relazione alla movimentazione dei rifiuti in UE, nel rispetto della salute pubblica e dell’ambiente nelle eccezionali circostanze create dall’epidemia COVID19.

La Commissione era già intervenuta sul tema del trasporto transfrontaliero lo scorso 16 marzo con una specifica Linea guida per la gestione delle frontiere al fine di proteggere la salute e garantire la disponibilità di beni e servizi essenziali alla luce del COVID-19 [C(2020)1753], che focalizzava però soprattutto sulla libera circolazione delle persone e delle merci per garantire la fornitura di beni e servizi essenziali alla popolazione. In attuazione delle Linee guida, il 23 marzo 2020 la Commissione aveva adottato una comunicazione sull’attuazione di “corsie verdi”: agli Stati membri era stato richiesto di definire “corsie preferenziali” per i trasporti di merci essenziali.

Per maggiori informazioni si rimanda alla Circolare n. 067/2020/PE del 02.04.2020 pubblicata sul sito UNICIRCULAR.

Read More

WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn

I nostri social

Newsletter